Una luce di speranza

Una luce di speranza filtra e si posa gentile sul volto assorto in mistica preghiera, sulle palpebre frementi, sulla mano posata sul petto che segue i battiti del cuore.

La figura femminile così ritratta è parte del monumento funebre della famiglia Viale posto nella quiete del Cimitero Monumentale di Staglieno, nella seconda galleria frontale a levante.
La scultura è opera di Samuele Pasquali che la ultimò nel 1934 ed è composta da tre figure femminili che a mio parere potrebbero rappresentare le tre Marie al Sepolcro di Gesù.

Il velo sul capo, l’ombra.

Quella luce di speranza invece illumina colei che si avvicina all’uscio, così l’ho veduta in una mattina di maggio.
E piano, con grazia, pare bussare su quella porta chiusa sull’ignoto.

Così restano, a guardia del sepolcro, le tre mistiche figure: colei che si trova a sinistra stringe al petto una croce, la figura a destra invece tiene in grembo un cestino colmo di pane e con la mano pare porgere uno di quei pani.

Il sole disegna i drappeggi di quel mantello, rischiara i tratti del volto in un gioco di luci e ombre.

Fidente attesa, preghiera, con il cuore e la mente rivolti a Dio.

E luce sul sorriso, sulle dita sottili e sulle ciglia leggere: la luce della speranza.

8 pensieri su “Una luce di speranza

  1. Miss, un colpo di luce non si può scolpire, ma in questo caso, l’autore sapeva benissimo che a una certa ora del giorno il sole avrebbe reso la sua opera spettacolare…

  2. Straordinario, questo monumento funebre. Così misterioso. Ombra e “luce di speranza”. L’ idea che “le tre mistiche figure”, silenziose e assorte, “potrebbero rappresentare le tre Marie al Sepolcro di Gesù”, a me sembra geniale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.