I colori della vita nel bosco

I colori della vita nel bosco sono intensi, vibranti, carichi di bellezza.
Così, nel verde e tra le rocce, palpitano i misteriosi ritmi della natura.

E ai margini del bosco la vita ha i toni del blu scuro sui rami che si protendono verso la luce.

Nel bosco, sempre, cerco le magnifiche felci, una di esse pareva aprirsi per accogliere il tepore del sole.

Nel bosco, i colori della vita, in questa stagione, sono quelli dei funghi.
Spuntano, timidi tra le foglie, in una perfetta sinfonia di sfumature.

La natura non lascia nulla al caso, spiccano le tinte più vivaci.

E ogni foglia accartocciata, ogni filo d’erba, ogni minima parte di vita pare posata ad arte dalle mani sottili di qualche leggera fata dei boschi.

E così ecco una leggera pennellata di rosso.

E verde intenso, come i muschi madidi di rugiada.

Il bosco è incanto, scoperta, stupore e meraviglia, lo si osserva ammutoliti, è l’opera di un artista dal talento inarrivabile.

Così si stagliano i piccoli funghi tra verdi foglioline.

E mi sono accorta solo più tardi che su uno di essi passeggiava un’operosa formichina, la potete vedere anche voi osservando con attenzione il primo funghetto sulla sinistra.

Così è la vita, sorprendente e irripetibile, in ogni sua manifestazione.

E così freme, nella sua intensità, la vita nel bosco di Fontanigorda.

14 pensieri su “I colori della vita nel bosco

  1. Finalmente i funghi!!! Ombrellini colorati, gorgiere aristocratiche pieghettate e pomi tondi di eleganti bastoni …. li ho sempre visti come accessori e orpelli colorati e profumati del bosco quando decide che è venuta la stagione di agghindarsi a festa!

    • Tra le foto ci sono anche delle colombine che sono buone da mangiare, più che altro però per me il divertimento è cercare questi bei colori tra le foglie, che meraviglia! Sì, sì, ci vorrebbero proprio un folletto e una fatina per dare il degno saluto ai boschi!
      Un bacione cara, buona giornata a te!

  2. Guardo, e torno a guardare, con la guida di queste parole: “incanto, scoperta, stupore e meraviglia”. Perché, sì, è proprio come dici: dalle “magnifiche felci” ai rami protesi verso la luce, dagli alberi alti ai “piccoli funghi” e alla “formichina”, tutto qui fa pensare all’opera di un artista “dal talento inarrivabile”. Non certo al caso. Ed è lo stesso artista da cui viene il tuo talento, la tua capacità di “vedere”, di “dire”, di trasmettere anche ad altri, in parole e in immagini, questo senso di scoperta, di incanto, di stupore…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.