I daini nella luce di settembre

C’era una luce radiosa, era presto.
Silenzio, aria fresca, i prati madidi di rugiada, di mattina, qui a Fontanigorda.
E aggraziati sull’erba i daini, nella luce di settembre.

Sono rimasta in silenzio e loro non mi hanno vista e non mi hanno sentita, così ho potuto osservarli a lungo e scattare queste fotografie, le più belle che abbia mai fatto a queste splendide creature, grazie alla luce splendente del mattino.

Crescono forti i più piccini, sul capo hanno già piccole corna.

E gustano le tenere foglioline.

E condividono questo istante di assoluta bellezza.

Erano in cinque, non c’erano i daini possenti con i grandi palchi di corna ma solo questi giovani esemplari con le macchie.

Creature magnifiche, per me sono parte della componente fiabesca della natura e dell’universo che così di rado siamo capaci cogliere.

Liberi, infinitamente liberi.

Sono rimasta ad osservarli in sacro silenzio per un tempo magnifico scandito solo dalla grazia dei loro movimenti, i daini paiono leggeri come il vento.

Poi piano si sono avvicinati agli alberi.

Come in una fiaba, con questo incanto.

Svelti e rapidi, con quei balzi sull’erba sanno arrivare lontano.

Nel fitto del bosco che li nasconde e li protegge.

Dopo aver goduto del calore del sole, della freschezza dell’erba e di quei germogli per loro deliziosi da assaporare.

Sono creature meravigliose e sono grata per aver avuto il dono della loro compagnia, per questo meraviglia e questo stupore.
Sono i magnifici daini nella luce chiara di settembre.

15 pensieri su “I daini nella luce di settembre

  1. Con la quiete di settembre anche la campagna è ancora più tranquilla e permette incontri ravvicinati e pacifici come questi. Stupendi i piccoletti che mettono le corna… che tenerezza! Bacioni!

      • Sei rimasta in silenzio ma secondo me ti hanno sentita eccome. Chissà, forse erano venuti come in una spedizione, in cinque, proprio a trovare te e a salutarti perché sanno che tra poco forse parti: sanno tutto, i daini. Queste foto memorabili ….

  2. Miss, nel web ho trovato che la specie è anche conosciuta con il termine arcaico di “Dama dama”,,, ecco, con queste splendide foto sei proprio andata a dama…

  3. Ma che bello e quanti erano!
    Quando vado in vacanza al confine con la Toscana li incontro spesso intenti a bere al fiume oppure di notte vicino al cancello di casa.Con questo manto poi um po tigrato sul dorso sono ancora più simpatici.
    Nei boschi se ne vedono e sentono di tutti i colori.Grazie Dear

  4. Dear Miss
    anch’io ieri, sulla strada da Fontanigorda verso Canale,ho visto tre daini attraversare agili la strada,uno si è soffermato un istante ad osservarci.
    Ero con uno degli amici,anche “foresti”,che porto ad ammirare le bellezze delle nostre valli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.